Un incredibile storia di Natale della Val Secca


Questa è una storia di Natale. Racconta un miracolo che può accadere soltanto nel periodo più magico dell’anno. E’ la storia di un incontro tra una renna e una mucca.
Non una renna qualunque: una renna della slitta di Babbo Natale. Anche la mucca è una mucca speciale. E’ di razza Cabannina. Mucca tosta, di Appennino, non esattamente una mucca con passo da pianura. Un giorno mentre la Cabannina sta pascolando nel verde della Val Secca, incontra una renna. Il dialogo non è facile. Provate voi a parlare in lappone a una renna di Rovaniemi. Ma come succede a ogni latitudine e fra ogni essere vivente, sono i gesti ad abbattere ogni barriera. La Cabannina, infatti, vedendo la renna affamata e spaesata le offre del buon cibo: formaggio, latte, il buon fieno dell’Appennino ligure. Fatto sta, che tra i due quadrupedi nasce un’amicizia. La renna, trovando particolarmente gradevole il clima della Val Secca, in rapporto alla Lapponia, si intende, decide di fermarsi alla Cascina Castello, ripagando l’ospitalità con un servizio di consegne express dei prodotti dell’azienda. Come vedete, la Cabannina sta spiegando alla renna come orientarsi nei caruggi di Genova. L’espressione rassegnata del paziente bovino è tutta un programma, ma c’è ancora qualche giorno per insegnare alla renna la toponomastica della Liguria. C’è speranza, insomma.